PUNTO 1- Usa, disoccupazione potrebbe minare ripresa - Bernanke

martedì 21 luglio 2009 19:21
 

(aggiunge dettagli)

WASHINGTON, 21 luglio (Reuters) - Il presidente della Federal Reserve Ben Bernanke ha riconosciuto un miglioramento delle prospettive per la sofferente economia Usa sottolineando che misure di sostegno saranno comunque necessarie a lungo per impedire alla disoccupazione crescente di minare la ripresa.

"Una migliorata situazione nei mercati finanziari si è accompagnata a una certa schiarita nelle prospettive per l'economia", ha detto Bernanke alla Commissione servizi finanziari della Camera.

"A dispetto di questi segnali positivi, il tasso di perdita di posti di lavoro continua a rimanere elevato".

La disoccupazione infatti rimarrà probabilmente elevata ancora nel 2011 e potrebbe minare la fiducia dei consumatori.

"La Fed ritiene che una posizione di politica monetaria fortemente accomodante sia appropriata per un periodo di tempo prolungato", ha detto Bernanke.

Secondo Bernanke, peraltro, la banca centrale ha un ampio arsenale di armi a disposizione per eliminare gli stimoli monetari quando sarà il momento di agire.

"La Fed sta valutando con molta attenzione le questioni relative alle 'exit strategy' e siamo fiduciosi di avere gli strumenti necessari per attuarle quando sarà il momento", ha detto Bernanke.

"Se le condizioni economiche dovessero richiedere una stretta della politica monetaria prima che questo processo di progressiva eliminazione (delle misure anti-crisi) sia completato, abbiamo una serie di mezzi che ci consentiranno comunque di far salire i tassi d'interesse di mercato".

In particolare, pagare interessi sulle riserve che le banche detengono presso la Fed - una misura cui sono ricorse altre banche - rappresenta il principale tra questi strumenti. Aumentando la remunerazione offerta, la Fed può incoraggiare le banche a parcheggiare liquidità in eccesso presso la banca centrale.