PUNTO 1 - Tariffe, governo studia congelamento autostrade, Fs

venerdì 21 novembre 2008 19:15
 

(Accorpa pezzi, aggiunge dettagli da nota Aiscat e contesto)

ROMA, 21 novembre (Reuters) - Nel pacchetto di misure da approvare nel Consiglio dei ministri di fine novembre il governo sta valutando di inserire il congelamento delle tariffe di autostrade e ferrovie.

Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Giuseppe Vegas a margine del consiglio nazionale di Forza Italia.

"Sì, dovrebbe esserci, ma è ancora presto: stiamo valutando", ha risposto Vegas ai cronisti che chiedevano se nel pacchetto per il 28 ci sarà anche il congelamento delle tariffe ferroviarie ed autostradali.

Dopo che Reuters ha diffuso le dichiarazioni del sottosegretario i titoli delle concessionarie quotate, già in calo, hanno esteso le perdite. Atlantia, fino ad allora in regresso di circa l'1% in linea con il mercato, ha in pochi secondi raggiunto perdite del 4%, proseguendo poi il trend negativo fino a chiudere con perdite superiori al 10%.

La notizia è stata commentata dall'Aiscat, l'associazione delle concessionarie, che ha espresso "la più viva preoccupazione per quella che, eventualmente, si configurerebbe come una aperta violazione contrattuale".

Secondo l'Aiscat "queste notizie non possono che risultare destituite di qualsiasi fondamento, essendo evidente che il governo non può pensare di non adempiere a contratti che, in molti casi, sono stati approvati per legge solo cinque mesi fa".

"Si tratterebbe di aumenti che porterebbero a circa 130 milioni di maggiori entrate al lordo delle tasse (meno di 80 netti), a fronte di un aggravio per l'utenza superiore ai 220 milioni a causa di Iva e sovrapprezzi in favore dell'Anas", si legge nella nota dell'associazione.

"L'Aiscat, le cui associate quotate in borsa sono state contattate per chiarimenti in merito alla vicenda, già in mattinata, dalle autorità di borsa, esprime seria preoccupazione per il sistema concessorio e le opere ad esso affidate", conclude la nota.