Banche, in Italia non c'è rischio nazionalizzazione - Profumo

sabato 21 febbraio 2009 15:38
 

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Il problema della nazionalizzazione delle banche in Italia non c'è e non c'è neppure il rischio.

Lo ha detto Alessandro Profumo, amministratore delegato di Unicredit (CRDI.MI: Quotazione).

"In Italia il tema della nazionalizzazione per le banche non c'è proprio" ha detto Profumo ai giornalisti che a margine del Congresso delle Associazioni Atic-Forex, Assiom e Aiaf gli chiedevano un commento a tale ipotesi. "E nemmeno si può dire che ci può essere un tale rischio".

L'ingresso statale si è visto "in Germania per Hypo Real Estate e se ne parla in Inghilterra, dove però ci sono situazioni molto diverse" rispetto all'Italia. "In Francia lo Stato è entrato in banche con strumenti equivalenti ai nostri" Tremonti bond, "ma certo non parliamo di nazionalizzazione per Socgen (SOGN.PA: Quotazione) e Bnp (BNPP.PA: Quotazione)".