21 agosto 2008 / 12:12 / 9 anni fa

Tesoro annuncia stasera nuovo Btp 3 anni,riapre 2018, Cct-dealer

MILANO, 21 agosto (Reuters) - Tra i titoli a medio lungo oggetto d'asta la prossima settimana, il Tesoro italiano annuncerà stasera un nuvo Btp a tre anni, come era nella programmazione trimestrale.

Lo dicono a Reuters i dealer del mercato obbligazionario dopo che si è tenuta oggi la consueta riunione mensile tra gli specialist e il Tesoro. Insieme al nuovo triennale, che avrà scadenza primo settembre 2011, verranno offerte le riaperture dei Btp agosto 2018 e del Cct dicembre 2014.

"E' arrivato il momento che il Tesoro annunci il nuovo Btp a 3 anni, come da programmazione trimestrale" dice un dealer.

L'attuale benchmark triennale è il febbraio 2011 che porta una cedola del 3,75% e un rendimento, oggi, del 4,364%. È molto probabile quindi che la cedola del nuovo triennale venga maggiorata rispetto a quello vecchio. "Alle quotazioni attuali mi aspetto una cedola, per il nuovo titolo, tra il 4,25% e il 4,50%" dice un dealer.

Il quantitativo per i tre titoli verrà reso noto lunedì sera. Le prime stime parlano di un ammontare di 4 miliardi per il Btp settembre 2011, e di altri 3,5 miliardi tra Cct e Btp 2018. Le aste sono in agenda il 28 agosto prossimo.

Ancora quelche dubbio invece per l'emissione dei Btp indicizzati all'inflazione, la cui seduta d'asta è in programma il 27 agosto.

"C'è un po' di incertezza tra un BTPei a 5 e a 15 anni, ma anche se fare l'asta oppure no" dice un dealer. "Il settore dei linker ha visto un calo consistente nelle ultime settimane" aggiunge.

Il comparto dei Cct, sotto i riflettori del Tesoro prima dell'estate per la notevole disaffezione degli investitori di cui era affetto, è tornato ad esser discusso nella riunione di oggi, ma con meno preoccupazione.

"A parte questo ultime sedute di agosto, che come tali fanno poco testo, il settore si è leggermente ripreso dai minimi in cui era sceso" dice un dealer. Complice anche l'aumento dei tassi da parte della Bce che ha fatto lievitare i rendimento dei Bot a cui è indicizzata la cedola dei Cct.

"Il Tesoro si è detto inoltre soddisfatto dei provvedimenti che ha adottato all'inizio di luglio" dice un altro.

Tramite un decreto ministeriale il Tesoro ha modificato a inizio luglio le regole per la valutazione degli specialist: il peso dei Cct nel calcolo della quota di aggiudicazione dei titoli di Stato in asta è stato raddoppiato, mentre è stato aumentato quello riguardo all'attività sul secondario.

L'allontanamento dai Cct, e quindi il calo dei prezzi, è andato di pari passo con il rialzo dei tassi Euribor e Libor, utilizzato dalle banche per esprimere le preoccupazioni circa il rischi di credito. E in partocolare gli investitori si sono più volentieri rivolti a prodotti indicizzati a quei tassi piuttosto che ai Bot.

I Cct, che prima dell'estate avevano visto prezzi minimi attorno a 98, in questi giorni quotano sopra la pari quelli con scadenza 2009 e attorno a 99 quelli con scadenze successive. Il benchmark 12/2014 quota oggi 98,86.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below