Banche, non ci sono presupposti nazionalizzazioni - Faissola

sabato 21 febbraio 2009 10:10
 

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Le banche italiane non hanno bisogno di un intervento di ricapitalizzazione da parte dello Stato.

Lo afferma il presidente dell'Associazione bancaria italiana (Abi), Corrado Faissola, a margine del congresso Aiaf-Assicom-Atic-Forex.

"Dal punto di vista dell'industraia bancaria italiana non riteniamo assolutamente che ci siano i presupposti minimi per parlare di nazionalizzazione", ha detto Faissola ai giornalisti.

"I mercati sono molto sensibili e fanno le loro valutazioni", ha aggiunto.

La Commissione europea ha dato ieri il via libera ai cosiddetti Tremonti-bond, le emissioni di debito che, sottoscritte dal Tesoro, dovrebbero consentire agli istituti di credito di rafforzare il Core Tier 1.

Secndo l'esecutivo comunitario è inoltre prevista "la possibilità che lo Stato partecipi alle ricapitalizzazioni qualora vi sia una partecipazione di investitori privati pari ad almeno il 30% ed a parità di condizioni rispetto a questi".