Btp poco mossi, spread cala a 78 pb su piu fiducia per dati Pmi

venerdì 21 agosto 2009 13:25
 

 MILANO, 21 agosto (Reuters) - Le indicazioni emerse dagli
indici Pmi che, come del resto lo Zew martedì, hanno mostrato
una forza superiore alle attese, hanno nuovamente riscaldato il
clima di fiducia verso la ripresa economica, spingendo gli
investitori ad avventuarsi su asset relativamente più rischiosi
come borse e titoli di Stato dei paesi periferici.
 Ne soffre invece il bund, che in queste situazioni, va
perdendo il ruolo di investimento rifugio ricoperto nei momemti
di maggiore crisi finanziaria.
 Di conseguenza, il differenziale di rendimento tra il Btp
settembre 2019 e il Bund luglio 2019 si è ulteriormente fino a
scendere a 78 pb. Ieri si è mosso tra 81 e 84 pb. Lo scorso 11
agosto lo spread aveva toccato un minimo a 63 pb, riportandosi
su livelli precedenti al fallimento della banca d'affari Lehman
Brothers, mentre solo a metà luglio era a 121 pb.
 Il Pmi preliminare della zona euro ha mostrato un indice che
si sta avvicinando sempre più al livello di 50 che fa da
spartiacque tra contrazione ed espansione, raggiungendo il
livello più alto in 14 mesi, quindi ben prima del fallimento di
Lehamn (15 settembre). 
 "In realtà questi dati, che hanno così infiammato i mercati,
non sono nemmeno una novità rispetto agli ottimi dati del Pil di
Francia e Germania della scorsa settimana" dice un dealer.
Entrambi i paesi infatti hanno registrato nel secondo trimestre
una crescita di nuovo positiva.
 "Sulla base di questi dati, stamane sul mercato si è
iniziato a fare il 'toto-tassi': nel senso di scommettere su
quale sarà il primo paese e ricominciare ad alzare i tassi" dice
uno strategist. Le scommesse vedono in pole position Australia e
Norvegia e vedono la Bce precedere la Fed, dicono gli strategist
partecipanti alla sfida. 
 Nel pomeriggio il palcoscenico sarà dominato da Bernanke
che, da un simposio della Fed di Kansas City a cui partecipa
anche Draghi, parlerà di questo anno di crisi. La scorsa
settimana il Fomc della Fed, nel confermare i tassi di
interesse, ha detto che si iniziano a vedere i primi segnali di
stabilizzazione dell'economia nonostante una persistente
fragilità e le preoccupazioni sul fronte dell'occupazione. 
 Dal lato dell'offerta, atteso in serata l'annuncio delle
aste a brevissimo di mercoledì prossimo e dei BTPei in asta
giovedì, oltre alle tipologie di titoli a medio lungo offerte
venerdì.

 ============================= 13,00 ==========================
                                PREZZI  VAR.     RENDIMENTO
 FUTURES BUND SETT.   FGBLc1      122,38  (-0,14)
 BTP 2 ANNI  (MAR 11) IT2YT=RR    103,29  (-0,04)      1,355%
 BTP 10 ANNI (SET 19) IT10YT=TT   101,77  (inv. )      4,073%
 BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=RR * 101,20  (-0,02)      4,991%
 * Titolo non scambiato su Mts. I valori sono rilevati dalle
pagine Reuters. 
 
 ========================= SPREAD (PB) =========================
                                       CHIUSURA PRECEDENTE
 TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     20                   22
 BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      5                    8
 BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     78                   83
  - livelli minimo/massimo        78,0/83,0        80,7/84,5
 BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    102                  103
 BTP 2/10 ANNI                      271,8               270,8
 BTP 10/30 ANNI                      ____                89,6
==============================================================