21 ottobre 2008 / 11:38 / 9 anni fa

Monetario, ancora timidi segni distensione dopo iniezioni Bce

MILANO, 21 ottobre (Reuters) - Il mercato interbancario, inondato di nuova liquidità oggi dalla Bce in molteplici forme, resta poco variato, con una leggerissima tendenza al miglioramento. C'è attesa, probabilmente oggi, per la nuova operazione di swap con Bankitalia.

"La Bce stamane, con interventi molteplici e carpiati ha nuovamente iniettato liquidità nel sistema, contribuendo ulteriormente al miglioramento del clima, anche se tutti ancora vanno con i piedi di piombo" dice un tesoriere.

I tesorieri continuano a scrutare il mercato, nella speranza di trovare indizi che possano far capire che il mercato del credito ingessato da giorni inizia a rianimarsi.

"In effetti ogni giorno c'è qualche segnale di lieve miglioramento da scoprire. A volte si ha anche paura a crederci, e si vorrebbe non vedere per evitare scottature, ma sembra proprio così" dice un altro tesoriere.

I tesorieri citano una maggior presenza di controparti sul mercato, timido interesse anche su scadenze al di fuori del solo overnight, proposte in lettera, maggiore vivacità sul mercato dei repo, riduzione dello spread euribor-eoniaswap.

ANCORA POTENTI INIEZIONI DI LIQUIDITA' DA BCE

Oggi la Bce ha di nuovo inondato il sistema di liquidità sia in dollari sia in euro, con una diversa partecipazione da parte delle banche.

Alla classica operazione a sette giorni ha stupito l'enorme ammontare di richieste, tutte soddisfatte per altro dalla Bce al tasso fisso del 3,75%, per ben 304 miliardi. Cosa per lo meno strana visto che le banche continuano quotidinamente depositare abbondatissimi fondi in eccesso sui conti della Bce, che li remunera solo al 3,25%.

"Posso spiegarmi questa follia del sistema solo con una cattiva distribuzione della liquidità, troppa da qualcuno, troppo poca da qualcun altro, senza evidentemente che vi siano vasi comunicarti" dice un altro tesoriere.

Stamane i depositi per altro hanno mostrato la prima, timida flessione da giorni, pur rimanendo al livello stratosferico di 228,485 mld, dopo il record ieri di quasi 240 miliardi.

La Bce ha offerto stamane anche dollari, sia attraverso la già conosciuta 'Taf', sia con la new-entry dello swap in dollari. Ben 101 mld di dollari collocati con la prima, solo 22 mld swappati con la seconda.

"Un po' stringato lo swap, forse perchè era la prima operazione e le gente vuole prendere confidenza, ma ampiamente compensato dalla Taf" dice una fonte bancaria.

A ben vedere c'era anche una convenienza economica per scegliere la prima. "Con la Taf entrano dollari al tasso del 2,11%, buon tasso. Con la seconda mi entrano dollari allo stesso tasso è vero, ma mi escono euro al tasso del 3,03%. E questo mi piace meno" dice un tesoriere. Il tasso del deposito a un mese, la durata di questi due finanziamenti, è attorno al 4,70%.

Il tasso overnight cede ancora leggermente e così anche l'Euribor. Il primo quota oggi attorno al 3,25% dopo che l'Eonia ieri è stato fissato a 3,597% da 3,615% di venerdì, in un trend discendente iniziato dal picco di 4,601% dello scorso 7 ottobre.

I volumi ieri, sulla scadenza overnight, sono ridiscesi a 43,049 mld da 50,2 miliardi di venerdì.

In calo il tasso Euribor. La scadenza a tre mesi è stata fissata oggi sotto il livello chiave del 5% per la prima volta dal 18 settembre scorso, a 4,968%, il minimo dal 17 settembre (4,973%) secondo gli schermi Reuters.

L'Eonia swap a tre mesi è stato fissato oggi a 3,346% da 3,349% ieri, indicando uno spread rispetto al tasso euribor corrispondente, visto come l'indice della fiducia delle banche nel prestare i soldi alle loro controparti, a 162,2 da 165 punti base ieri. "Anche in questo caso si vede qualche limatura, anche se siamo ancora a livelli lunari" dice un altro.

Il mercato è ora in attesa della seconda operazione di swap della Banca d'Italia che offrirà pregiati titoli di stati a fronte di un'ampia gamma di collaterali, meno blasonati.

"Mi aspetto l'annuncio dell'operazione già oggi pomeriggio. Speriamo che oggi la gente si butti in modo più consistente" dice un tesoriere. La scorsa settimana, su una proposta di swap fino a 10 miliardi, l'operazione ha raggiunto solo 1,9 miliardi.

Inoltre c'è attesa per il primo p/t a lunga a tasso fisso in programma per la prossima settimana.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below