Fondi sovrani, pensare limite partecipazione 5% - Berlusconi

martedì 21 ottobre 2008 13:54
 

NAPOLI, 21 ottobre (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha detto che l'Italia non è contraria all'ingresso dei Fondi sovrani nel capitale delle aziende italiane a patto che non puntino, come per altro di solito avviene, al controllo. Per questo si potrebbe riflettere sull'opportunità di introdurre un tetto di partecipazione del 5%.

Berlusconi ha anche auspicato, come già fatto dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti, un allineamento della legislazione italiana a quella europea in materia di Opa.

A proposito della situazione delle banche italiane, Berlusconi ha ribadito di non credere ci sarà bisogno per lo Stato di entrare nel loro capitale.

"Dopo Unicredit (CRDI.MI: Quotazione) 2 o 3 banche forse avranno il vantaggio di aumentare il capitale e credo potranno farlo trovando soldi sul mercato", ha detto Berlusconi all'assemblea degli industriali di Napoli.

Berlusconi ha poi annunciato per la prossima settimana un incontro con Abi e Confindustria per studiare misure a sostegno delle imprese tra cui il "rinnovo del parco elettrodomestici" e "l'innovazione".