PUNTO 1 - GM, Saab punta a riassetto, Stoccolma prende tempo

venerdì 20 febbraio 2009 18:07
 

(aggiunge in testa commenti critici governo svedese)

STOCCOLMA, 20 febbraio (Reuters) - Il ministro svedese all'Industria ha dichiarato che le informazioni ricevute dalla casa automobilistica Saab, controllata di General Motors (GM.N: Quotazione), non sono sufficienti per concedere la propria garanzia sui prestiti all'azienda.

Il produttore di auto aveva annunciato stamane l'intenzione di chiedere la protezione dai creditori per potersi ristrutturare e cercare nuovi fondi.

Il ministro, Maud Olofsson, ha detto che il business plan presentato da Saab è ancora troppo ottimistico e ha chiesto a GM di presentarne uno nuovo e ragionevole. Il segretario di Stato ha aggiunto che i finanziamenti di emergenza non possono essere utilizzati in questa fase dalla casa automobilistica.

Nel 2007 Saab ha registrato una perdita operativa di 2,19 miliardi di corone svedesi.

La casa madre GM, alle prese con ingenti debiti, si sta ristrutturando e in un piano presentato questa settimana al Tesoro Usa ha detto che Saab diventerà una società indipendente dall'1 gennaio 2010.

"Abbiamo esplorato e continueremo a esplorare tutte le opzioni disponibili per finanziare e/o vendere Saab ed è stato determinato che una riorganizzazione formale sarebbe il modo migliore per creare una società realmente indipendente pronta per investimenti", ha detto stamane il direttore generale di Saab Jan-Ake Jonsson in un comunicato.

Saab ha precisato che i fondi per la società ristrutturata dovranno essere assicurati durante il processo di riorganizzazione e saranno cercati sia da fonti pubbliche che private.

Il quotidiano svedese Dagens Industri ha scritto stamane che GM è pronta a iniettare 400 milioni di dollari per contribuire a rendere la sua controllata redditizia se lo stato svedese garantirà a Saab un ulteriore prestito da 590 milioni di dollari. Parte della somma sarebbe usata per il lancio di nuovi modelli e parte per coprire la perdita registrata da Saab l'anno scorso.