Banche, Lagarde favorevole a nazionalizzazioni se falliscono

venerdì 20 febbraio 2009 16:15
 

NEW YORK, 20 febbraio (Reuters) - Non c'è niente di sbagliato nella nazionalizzazione delle istituzioni finanziarie che "sono andate in default e sono fallite", anche se non è ideale per i governi gestire le banche, secondo il ministro dell'Economia francese.

Christine Lagarde ha spiegato oggi, rispondendo alle domande alla Columbia Journalism School, che i leader mondiali sono impegnati a evitare il fallimento di un'altra grande banca come Lehman Brothers.

"Se vanno in default e se falliscono, chiaramente lo stato deve essere coinvolto", ha spiegato a un professore il ministro francese.

Lagarde, inoltre, ha detto di sostenere l'approccio alla crisi del segretario Usa al Tesoro, Timothy Geithner, attraverso il piano di salvataggio del sistema finanziario, ampiamente criticato perchè accusato di essere troppo vago su obiettivi a breve termine.

"Io apprezzo e comprendo pienamente questo approccio", ha spiegato Lagarde.