Swap Argentina, se prospetto Lussemburgo, a Consob solo verifica

venerdì 20 novembre 2009 15:45
 

ROMA, 20 novembre (Reuters) - Quando l'Argentina presenterà in Lussemburgo il prospetto di offerta di scambio su circa 20 miliardi di dollari di debito ancora in circolazione in Italia la Consob potrebbe limitarsi, entro 15 giorni, a verificare la correttezza formale e la fedele traduzione della nota di sintesi.

E' quanto ha spiegato a Reuters la stessa Commissione.

Secondo una fonte sentita da Reuters, l'Argentina depositerà il prospetto dell'offerta di swap in Lussemburgo.

In tal caso, spiegano in Consob, potrebbe essere applicata per l'offerta al pubblico in Italia il decreto legislativo 146 del 25 settembre 2009 correttivo della disciplina delle Opa.

Il provvedimento, sollecitato dalla Consob per non penalizzare in caso di offerta transfrontaliera gli investitori italiani, trova specifica applicazione nelle offerte pubbliche di scambio aventi tipicamente ad oggetto prestiti obbligazionari in ristrutturazione.

Quindi proprio il caso dell'Argentina.

In questo caso l'operazione di scambio, spiega la Consob, è equiparabile a una offerta pubblica di vendita e quindi si applica automaticamente il cosiddetto passaporto europeo.

In tal caso l'Argentina, dopo aver ottenuto il via libera dal regolatore del Lussemburgo notifica alla Consob l'avvenuto disco verde con allegata la traduzione della nota di sintesi dell'offerta.

A quel punto la Consob ha 15 giorni di tempo per dare via libera all'operazione avendo verificato la corretta traduzione e valenza informativa della nota di sintesi.