Fisco banche, no pannicelli caldi ma riforme strutturali - Abi

venerdì 20 novembre 2009 14:28
 

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Una riforma del trattamento fiscale delle banche, con riferimento in particolare alle perdite su crediti, non deve passare attraverso misure di breve respiro, ma deve essere attuata con provvedimenti strutturali.

Lo ha detto il presidente dell'Abi, Corrado Faissola, nel corso del suo intervento all'assemblea annuale dell'Aibe, l'Associazione delle banche estere in Italia.

"Il trattamento delle perdite su crediti si sta fortemente aggravando, tanto che il tax rate delle banche sta arrivando a livelli insostenibili", ha spiegato Faissola.

"Serve una revisione, non pannicelli caldi - ha aggiunto riferendosi all'ipotesi di sconto sulle sofferenze circolata negli ultimi giorni - occorrono, a nostro giudizio, provvedimenti strutturali che vadano a toccare il tetto massimo delle svalutazioni fiscalmente ammesse".

Faissola poi ha anche accennato al tema dell'Iva infragruppo e al trattamento degli interessi passivi.