March 20, 2009 / 6:08 PM / 8 years ago

SINTESI-Intesa,zavorra svalutazioni 2008,Tremonti bond per 4 mld

5 IN. DI LETTURA

di Gianluca Semeraro

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI) chiude il 2008 con un utile netto consolidato contabile di 2,6 miliardi di euro a causa di svalutazioni su partecipazioni e avviamento che, solo nel quarto trimestre, sono state pari a 3,1 miliardi.

Al netto di questo effetto, solo in parte compensato da imposte anticipate per 1,6 miliardi, l'utile 'normalizzato' sarebbe di 3,9 miliardi con un calo del 10,6% rispetto al 2007.

La banca ha avviato la procedura per l'emissione dei Tremonti bond per un ammontare di 4 miliardi, operazione che porterà il Core Tier 1, oggi al 6,3%, fino al 7,4%.

Il Core Tier 1 trarrà ulteriori vantaggi dalla prevista cessione di asset non strategici dal valore di libro di 9,5 miliardi di euro.

Il consiglio di gestione ha poi deciso di non distribuire per il 2008 alcun dividendo, che dovrebbe tornare già nel 2009 quando la banca prevede di registrare "un solido utile netto distribuibile" anche se inferiore al 2008.

Proprio il mancato dividendo potrebbe aver deluso inizialmente gli investitori con il titolo che in seduta è arrivato a perdere oltre il 5% ma poi ha chiuso in rialzo dell'1,74%, in un contesto favorevole per tutti i bancari.

Il tema dei bonus ai manager della banca sarà invece un tema di una delle prossime riunioni del consiglio di sorveglianza.

Quest'anno, prevedibilmente in estate, sarà presentato il nuovo piano di impresa 2009-2011 che vedrà, tra le altre cose una distribuzione di dividendi in progressione.

"Siamo pronti per un 2009 molto difficile. Sarà l'anno più duro, ma la nostra posizione patrimoniale è molto sana", ha detto in conference call l'AD Corrado Passera.

TREMONTI BOND RIMBORSATI ENTRO GIUGNO 2013, STRUMENTO EQUO

Il manager ha sottolineato che i Tremonti bond saranno utilizzati come forma di assicurazione "per due o tre anni" e che la banca intende rimborsarli quanto prima, "non appena la situazione sarà tornata normale".

"Entro il 30 giugno 2013", dice a questo proposito la nota che ha annunciato i conti del 2008.

"Sono uno strumento equo, con un buon insieme di termini e condizioni, è flessibile e per i primi quattro anni non prevede alcuna penalizzazione in termini di rimborso", ha spiegato Passera.

Sciolta Jv Vita, Per Intesa Presto Unica Bancassurance

Nei prossimi mesi terrà banco il tema dello scioglimento di Intesa Vita, annunciato oggi dal partner Alleanza ALZI.MI, gruppo Generali (GASI.MI).

"La decisione di Generali ci dà piena libertà per razionalizzare la nostra presenza e avere in tempi rapidi una sola società di bancassurance molto efficiente", ha commentato Passera, facendo riferimento alle quattro compagnie di bancassurance presenti ora nel gruppo.

"Entro la fine dell'anno avvieremo tutte le operazioni", ha aggiunto.

Sul prezzo che Intesa dovrà pagare per il 50% di Intesa Vita che riacquisterà da Generali, Passera ha dichiarato che le ipotesi di un valore di 600-700 milioni di euro sono in linea con ciò di cui si sta parlando.

L'AD di Generali, Giovanni Perissinotto ha espresso la preferenza per un pagamento in contanti. Passera ha risposto al termine della conference call che si troverà "la soluzione migliore per tutte e due". E sull'ipotesi di un pagamento in parte cash e in parte in immobili, "l'hanno scritta i giornali", ha tagliato corto il manager.

IMPROBABILI ALTRE SVALUTAZIONI,IMPAIRMENT 2008 TELCO 165 MLN

Nel 2009 Passera ritiene improbabili che vi siano svalutazioni notevoli come quelle del 2008.

"Abbiamo deciso di essere molto prudenti. Pensiamo sia il modo giusto per affrontare una situazione come quella di oggi", ha commentato Passera.

"Non abbiamo fatto altro che mettere fieno in cascina perché non sappiamo quanto durerà l'inverno", ha aggiunto.

Il 2008 in particolare ha visto svalutazioni su quote consolidate a patrimonio netto pari complessivamente a 326 milioni, di cui 165 milioni su Telco (TLIT.MI) e 78 milioni su Rcs (RCSM.MI).

I proventi operativi netti sono stati pari a 18,157 miliardi in calo del 5,7%, frutto di interessi netti (+12,2%) in crescita, commissioni (-11,8%) in calo e risultato del trading negativo per 53 milioni.

Lo spaccato per divisioni mostra impieghi in crescita di oltre il 4% per la Banca dei Territori con 175.000 nuovi clienti netti e del 20% per il Corporate & Investment Banking.

La divisione Banche Estere ha visto una crescita del risultato operativo del 14% e in particolare l'area dei paesi CEE non costituisce motivo di preoccupazione.

Passera, anche in ragione della modesta incidenza dell'area sugli impieghi totali, non vede singoli casi che possano intaccare la solidità dell'intero gruppo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below