21 novembre 2008 / 15:29 / 9 anni fa

It Holding sotto pressione per debiti,dialogo con Ngok difficile

MILANO, 21 novembre (Reuters) - Tonino Perna, presidente, AD e fondatore di It Holding ITH.MI, sta incontrando difficoltà nelle trattative con il businessman di Hong Kong, Billy Ngok, mentre le prossime scadenze sul debito impongono una soluzione al più presto.

Una fonte vicina al dossier spiega che gli avvocati delle due parti, Perna e Ngok, “stanno continuando a lavorare alla struttura dell‘accordo contrattuale, in particolare alle strategie di sviluppo sui mercati asiatici”.

Ma recentemente, alla luce della grave situazione dell‘economia globale che sta mettendo a dura prova anche il mondo del lusso, sarebbero sorte, secondo la fonte, difficoltà nelle trattative.

L‘imprenditore molisano è alla ricerca di risorse per far fronte alle scadenze sul debito e di un partner che sostenga lo sviluppo di alcuni marchi su mercati poco battuti, come quello asiatico.

La due diligence da parte di Ngok si era conclusa in ottobre e l‘ipotesi contrattuale prevede l‘entrata del businessman, presidente e fondatore di Hembly International (3989.HK), in PA Investments, la holding di Tonino Perna che detiene il 60% di It Holding e che è controllata a sua volta al 100% da GTP Holding.

Il progetto industriale, come già emerso, prevede la creazione di una società ad hoc per la distribuzione sui mercati asiatici di alcuni marchi di It Holding, come la Gianfranco Ferrè e Malo. Alla luce del prolungarsi delle trattive con Ngok, la fonte non esclude che Perna possa riconsiderare l‘opzione private equity, soprattutto estero, come partner.

PER SISTEMA IT HOLDING DEBITI COMPLESSIVI PER 443 MLN EURO

Sul “sistema” It Holding nel complesso gravano debiti per circa 443 milioni composti anche da un finanziamento da 136,5 milioni di euro a carico della controllante PA Investments.

La voce più rilevante del debito netto della quotata è il bond, scadenza 2012 e cedola 9,875%, che pesa per 185 milioni.

Al 30 settembre pesava per 29 milioni il prestito sottoscritto da IT Holding il 18 ottobre 2004 con un pool di banche con capofila l‘allora Sanpaolo Imi (ora Intesa Sanpaolo (ISP.MI)) per un ammontare iniziale di 85 milioni. Il 17 novembre 2008 è stata annunciata una proroga al 22 dicembre di una rata del prestito.

Ci sono inoltre linee commerciali per 133 milioni di euro, non utilizzate per 40 milioni al 30 settembre 2008.

Nel mese di luglio 2008 si è invece chiusa, per scadenza contrattuale, la cartolarizzazione sottoscritta da It Holding, unitamente ad alcune controllate, con il gruppo Calyon nel luglio 2003.

Il finanziamento di PA Investments è stato erogato da Efibanca (Banco Popolare BAPO.MI) con scadenza 2012. Una rata da 20 milioni è in scadenza il prossimo febbraio. Efibanca ha attualmente in garanzia il 60% di IT Holding detenuto da Perna.

Il giorno in cui è stata annunciata la proroga del prestito sindacato, Moody’s ha tagliato il corporate family rating e il probability of default rating a Caa1 da B3 e il senior secured rating sul bond 2012 a Caa2 da B3. Sui rating sono possibili ulterori declassamenti, ha detto l‘agenzia.

Anche Standard & Poor’s è intervenuta sui rating del gruppo di moda e lusso, abbassando il corporate credit rating di lungo termine a SD da B-. Il rating senior non garantito sul bond è stato declassato a C da CCC+.

Negli ultimi giorni il prezzo indicativo del bond IT Holding è sceso al minimo storico di 15, riferiscono i trader.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below