Ue deve consolidare bilanci appena possibile - presidenza

martedì 20 gennaio 2009 11:40
 

BRUXELLES, 20 gennaio (Reuters) - I paesi dell'Unione europea devono ritornare a perseguire il consolidamento di bilancio più rapidamente possibile. Lo ha dichiarato stamane il ministro delle Finanze ceco, Miroslav Kalousek, che presiede oggi per la prima volta l'Ecofin.

Nessuna dichiarazione, invece, dal ministro dell'Economia italiano, Giulio Tremonti, a Bruxelles da ieri per l'Eurogruppo.

Ieri le nuove previsioni della Commissione hanno mostrato che quest'anno quasi la metà dei paesi dell'Unione - tra cui l'Italia - supereranno il tetto del 3% del Pil fissato dal Patto di stabilità.

Arrivando per l'incontro di oggi, Kalousek ha aggiunto che la spesa pubblica per sostenere i settori in difficoltà deve essere trasparente e non deve danneggiare la concorrenza.

"Vogliamo sottolineare che nella spesa di breve periodo siamo vincolati dai principi della concorrenza leale; gli aiuti di Stato devono essere trasparenti e dobbiamo esprimere un mpegno a tornare al consolidamento dei disavanzi al più presto", ha detto il ceco.

"L'Ecofin deve mandare il messaggio che i deficit pubblici devono essere consolidati prima possibile", ha aggiunto.

L'esecutivo Ue ha previsto che dodici paesi dell'Ue violeranno il tetto del 3% per il deficit/Pil quest'anno, tra cui l'Italia che dovrebbe chiudere l'anno con un disavanzo di 3,8% del prodotto. Altri tre paesi saranno al limite con deficit al 3% a fine 2009.

In un documento preparato per il meeting e ottenuto da Reuters la presidenza ceca indica che le misure fiscali per sostenere l'economia, che la Commissione stima attorno al 4% del Pil Ue per quest'anno e il prossimo, potrebbero porre una sfida significativa per la sostenibilità delle finanze pubbliche.

"Dopo il coordinamento dei piani di stimolo dovrebbe seguire anche un coordinamento del consolidamento" si legge nel documento della presidenza per la riunione di oggi.   Continua...