Posto fisso è ritorno al passato - Marcegaglia

martedì 20 ottobre 2009 17:00
 

ROMA, 20 ottobre (Reuters) - Secondo la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia la cultura del posto fisso è un ritorno al passato, la cui logica ha portato in passato a un aumento della disoccupazione in Italia.

"Riteniamo che la cultura del posto fisso è un ritorno al passato non possibile, che peraltro in questo Paese ha creato problemi", ha detto la Marcegaglia commentando le dichiarazioni del ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

In passato il posto fisso ha portato a "un aumento della disoccupazione, del sommerso per esempio nel Mezzogiorno, e una logica dell'assenteismo nella pubblica amministrazione e dei fannulloni tanto deprecati", ha aggiunto, sottolineando comunque come "nessuno sia a favore della precarietà e dell'insicurezza. Noi, soprattutto in un momento come questo, siamo per la stabilità delle imprese e dei posti di lavoro, che non si fa per legge".

"Il problema, dunque, non è tanto questo, quanto da una parte fare le riforme per rendere le imprese più competititive e, dall'altra, fare una flessibilità regolata e tutelata, come quella fatta con Treu e Biagi che in Italia ha creato tre milioni di posti di lavoro", ha concluso.

Ieri Tremonti ha detto che la mobilità del lavoro e la precarietà non costituiscono un valore in sé, ma piuttosto "che per una struttura sociale come la nostra, il posto fisso sia la base su cui [ognuno] organizzi il proprio progetto di vita, la propria famiglia".