PUNTO 1 - Fiat, ipotesi Chrysler non comporta assunzione debito

venerdì 20 marzo 2009 12:06
 

(aggiunge contesto in coda, quotazione titolo)

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Fiat FIA.MI precisa che l'ipotesi di alleanza con Chrysler non comporta per il gruppo torinese assunzione di debito della società Usa.

Il gruppo Fiat "intende chiarire definitivamente che l'accordo in discussione non contempla alcuna assunzione, da parte del gruppo, del debito attuale o futuro della società americana", dice la nota Fiat.

Ieri Chrysler aveva detto che Fiat assumerà il 35% del debito che la casa automobilistica americana avrà nei confronti del governo di Washington.

Dopo la nota Fiat il titolo, che stava cedendo il 4%, è risalita intorno a -2% e alle 12,05 vale 4,62 euro (2,01%).

Chrysler ha spiegato ieri che "non un centesimo" dei contribuenti americani andrà a Fiat attraverso il piano di salvataggio del settore auto e ha anticipato che i veicoli prodotti in partnership con la casa di Torino saranno più efficienti dal punto di vista dei consumi energetici del 26% rispetto ai modelli che Chrysler metterà sul mercato nel 2010.