Dexia, via libera Ue aiuti Stato da Belgio, Francia, Lussemburgo

giovedì 20 novembre 2008 10:59
 

BRUXELLES, 20 novembre (Reuters) - La Commissione europea annuncia di aver concesso l'imprimatur al meccanismo pubblico di garanzia messo a punto per Dexia DEXI.PA (DEXI.BR: Quotazione) da Belgio Francia e Lussemburgo in modo da assicurare la sopravvivenza della banca e tranquillizare gli investitori di fronte alla crisi finanziaria.

"La soluzione trovata per Dexia dimostra che la cooperazione transfrontaliera è possibile e può essere approvata in tempi rapidi una volta la Commissione sia in possesso di tutte le informazioni rilevanti" si legge in una nota del commissario alla Concorrenza Neelie Kroes.

I tre paesi hanno siglato un'intesa e varato il 9 ottobre scorso e un meccanismo comune di garanzia - coperto al 60,5% dal Belgio, al 36,5% dalla Francia e al 3% dal Lussemburgo - in modo da facilitare l'accesso dell'istituto di crefranco-belga ai finanziamenti.