Incontro Cai-imprenditori lombardi positivo ma timori su Linate

lunedì 19 gennaio 2009 14:39
 

MILANO, 19 gennaio (Reuters) - L'incontro dei vertici Alitalia-Cai AZPIa.MI con i rappresentanti dell'imprenditoria lombarda è stato positivo, ma ha destato qualche perplessità sul futuro dell'aeroporto di Linate.

Lo ha detto Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano, all'uscita dell'incontro, che si è svolto nella sede della Camera di Commercio.

"L'incontro è stato interessante e positivo. (Roberto) Colaninno e (Rocco) Sabelli hanno riconosciuto che Malpensa debba continuare a essere un hub. Di contro c'è un problema che riguarda Linate, il cui immediato ridimensionamento susciterebbe in noi perplessità e forte preoccupazione", ha dichiarato a caldo Sangalli.

"Seguiranno altri confronti, anche su questo", ha aggiunto.

Sempre all'uscita dall'incontro, Giuseppe Bonomi, presidente e direttore generale della Sea, ha sottolineato che "Sabelli è stato di un'onestà intellettuale straordinaria: per lui la priorità è Malpensa e bisogna chiudere Linate".

All'incontro erano presenti, oltre a Sabelli, Colaninno, Bonomi e Sangalli, Diana Bracco, Salvatore Mancuso, Bruno Ermolli, Gaetano Miccichè, Luigi Roth e Mario Boselli.

Per Salvatore Mancuso, vicepresidente di Alitalia-Cai e numero uno di Equinox, all'incontro "si sono sciolti quasi tutti i nodi, ora finalmente finisce il dibattito sui giornali e comincia quello vero".