19 agosto 2009 / 10:14 / 8 anni fa

Monetario,ampio ricorso a facilites o/n Bce,Weber spinge futures

MILANO, 19 agosto (Reuters) - L'annuncio di un ampio ricorso ieri sera ad entrambe le standing facilities della Bce ha stupito le tesorerie stamane, che lo attribuiscono in parte alla carenza di attori, dall'altra a qualche posizione non preventivata.

Qualche scompiglio è arrivato anche nel placido stagno del mercato dei futures euribor con il sasso gettato stamane da Alex Weber, presidente della Bundesbank, che ha gelato l'ottimismo scatenato dall'indice Zew di ieri, dicendo che bisognerà attendere il 2013 prima di rivedere in Germania i tassi di crescita del 2008.

Stamane la Bce ha reso noto che a fine seduta ieri sera le banche hanno messo a deposito fondi per ben 135 mld, in nuova salita rispetto a 120 mld del giorno precedente. Ma a stupire ancora di più è stata la richiesta di prestiti per oltre un miliardo da 95 milioni.

"Attribuirei la cosa a un'anomalia 'da ferragosto', in cui la scarsità di operatori e di attività porta le banche a far ricorso più automaticamente alle agevolazioni della Bce" dice un tesoriere che non si stupirebbe di vedere altre anomalie di questo genere per questa settimana.

I depositi overnight sono remunerati al tasso dello 0,25%, mentre ai prestiti marginali viene applicato un tasso dell'1,75%.

I tesorieri dicono che ieri il saldo, pari a 236,8 miliardi, è risultato di circa 5 miliardi inferiore alle attese, lo stesso ammontare che a sorpresa si erano ritrovati in più nel saldo del week-end. A ieri i numeri neri erano pari a 285,5 mld.

L'anomalia non ha scosso i tassi di mercato, con l'overnight che continua a rimanere nello stretto range di periodo, tra 0,25% e 0,30%, dopo un Eonia fissato ieri a 0,345%.

Le prossime sedute sono viste tranquille, salvo che per le tesorerie italiane, che dal 20 al 27 agosto, ma in particolare dal 24 al 26, saranno impegnate nei riversamenti fiscali mensili, che comprendono anche 'la coda' dell'Unico, per una distruzione complessiva stimata sui 30 mld.

WEBER IL PESSIMISTA CONTRO L'OTTIMISMO DA ZEW

Il mercato dei futures sull'euribor, che scommettono sui prossimi livelli dei tassi ufficiali della Bce, ha visto stamane un movimento uguale e contrario a quello di ieri.

Così come ieri l'ottimismo scatenato dall'indice Zew, risultato non solo più forte delle attese, ma anche ai massimi dall'aprile 2006, aveva portato a un calo dei futures euribor, più accentuato sulle scadenze del 2010 inoltrato e del 2011, parallelamente le parole di Weber stamane hanno riportato al rialzo le stesse quotazioni.

Weber ha detto che l'attuale miglioramento dell'economia è dovuta per lo più all'impatto dei pacchetti di stimoli, ma che ci sono rischi di una rallentamento della crescita per il decennio a venire. In particolare ha detto che "per ritrovare i tassi di crescita del 2008 [già in piena crisi post-mutui subprime, ma con il fallimento di Lehamn accaduto nel settembre di quell'anno], occorrerà arrivare al 2013".

Attorno alle ore 11,35 sulla strip dei derivati sull'Euribor la scadenza a settembre FEIU9 è poco mossa a 99,175 (+0,005), mentre quella a dicembre FEIZ9 sale di 0,015 a 99,050 e quella a giugno 2010 è a 98,520 (+0,030).

L'abbondante liquidità sul mercato continua per lo meno a limare il tasso dei prestiti interbancari verso nuovi minimi. Stamane l'Euribor a 3 mesi EURIBOR3MD= è stato fissato ancora una volta a un nuovo minimo storico a 0,854% da 0,859%.

Il differenziale tra il tasso dei prestiti interbancari e l'analoga scadenza sull'Eonia swap (oggi a 0,408) - visto come un indicatore del grado di fiducia delle banche rispetto alle loro controparti - è sceso a 44,6 da 45,1 ieri, mantenendosi in un'area non lontana dai 42 punti toccato a maggio, prima di allora segnati nel marzo 2008.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below