Boj non sta tornando a politica 'quantitative easing'-Shirakawa

venerdì 19 dicembre 2008 09:34
 

TOKYO, 19 dicembre (Reuters) - La decisione della Banca del Giappone di tagliare i tassi e di acquistare una maggiore quantità di asset non significa il ritorno a una politica di 'quantitative easing'.

Lo ha detto il governatore della Boj, Masaaki Shirakawa, nella conferenza stampa che ha seguito la decisione.

"Nessuno dei componenti del board della BOJ sembra pensare che irrobustire la base monetaria serva a stimolare l'economia" ha detto Shirakawa precisando che il 'quantitative easing' dovrebbe poter aiutare il sistama finanziario, ma gli effetti sull'economia non sono chiari.

Per il futuro -- ha aggiunto -- non si può dire se non ci saranno più tagli dei tassi.

Inoltre -- ha proseguito -- la decisione di aumentare gli acquisti netti di titoli di stato non sono mirati a una riduzione dei rendimenti della parte a lunga della curva.

La Boj ha deciso oggi di tagliare il tasso di riferimento allo 0,10% e di incrementare gli acquisti di JBG per allentare la crisi del mercato del credito e dare respiro all'economia.