19 novembre 2008 / 11:17 / 9 anni fa

Monetario sottile con liquidità abbondante, tassi verso 2,75%

MILANO, 19 novembre (Reuters) - L'attività dell'interbancario non dà segnali di ripresa neppure oggi. Gli scambi rarefatti si concentrano sull'overnight, dirigendo il tasso verso il marginale a cui vengono remunerati i depositi presso la Banca Centrale Europea, tornati ieri a salire.

"Sul brevissimo la liquidità resta abbondante, anche se si scambia poco", commenta un tesoriere ricordando che ieri il p/t settimanale è stato rinnovato per un importo simile a quello in scadenza (338 da 334 miliardi) e che i depositi marginali sono aumentati.

I depositi overnight restano sotto i massimi ma elevati - ieri sono cresciuti a 183,039 miliardi di euro rispetto ai 157,812 miliardi di euro di lunedì.

I livelli del tasso overnight si attestano ben al di sotto del tasso di riferimento della Bce (2,957% l'Eonia di ieri da 2,999).

"I pochi che scambiano lo fanno a tassi bassi, l'overnight si dirige verso il 2,75%", aggiunge il tesoriere.

Sul Mid in mattinata l'ultimo scambio risulta avvenuto a 2,85% e al 2,90% per i tagli piccoli.

Il tesoriere segnala che i tassi si aggirano sul 2,75%-2,80% fuori dai circuiti dei broker.

Pressochè stabile, sui 167 punti base il differenziale fra l'Euribor a tre mesi - sceso oggi sui minimi dal 30 maggio 2007 - e la stessa scadenza sull'Eonia swap, espressione della fiducia delle banche verso le proprie controparti nelle operazioni di prestito di fondi.

FUTURES EURIBOR ESPRIME ATTESA CALO 75 PB TASSO BCE

Con l'accumularsi di dati macroeconomici che puntano verso un deciso deterioramento della congiuntura, i derivati sui tassi prezzano ormai una manovra accomodante aggressiva per il mese prossimo nella zona euro.

"Il mercato adesso sconta interamente un taglio di 75 punti base alla riunione della Bce di dicembre e vede la fine del ciclo espansivo all'1,75% entro metà 2009", si legge nella nota giornaliera di Unicredit MIB.

Dopo la pubblicazione delle minute dell'ultima riunione della Banca d'Inghilterra, i derivati della strip Euribor hanno ampliato leggermente il rialzo, ispirati dal rafforzamento dei futures sui tassi Gb.

Le minute hanno infatti confermato, come sottolinea Unicredit MIB, che l'istituto centrale ritiene necessari ulteriori riduzioni dei tassi di interesse portandoli al 2% il mese prossimo.

Intorno alle 11,50 il futures sul tasso Euribor a dicembre FEIZ8 sale di 0,055 a 96,520. Marzo 2009 FEIH9 avanza di 0,07 97,330 e giugno FEIM9 di 0,06 a 97,470.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below