It Holding, proroga su prestito banche in arrivo a breve - fonte

mercoledì 21 gennaio 2009 16:02
 

MILANO, 21 gennaio (Reuters) - Non sembra essere in discussione la concessione della proroga di una rata del prestito concesso a It Holding ITH.MI da un pool di banche nel 2004. Come richiesto dalla società di moda e lusso un mese fa, a breve dovrebbe essere annunciata la proroga, secondo una fonte finanziaria.

Il 22 dicembre scorso It Holding, società del lusso oberata dai debiti, ha chiesto al pool di banche guidato da Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) una proroga di un rata da 9,4 milioni di euro del prestito sindacato sottoscritto il 18 ottobre 2004 per un ammontare iniziale di 85 milioni, ridotto a fine settembre scorso a 29 milioni.

Si tratta della seconda richiesta di proroga. La prima, al 22 dicembre appunto, risaliva all'ottobre scorso. Questa volta It Holding ha chiesto di poter pagare la passata rata insieme alla prossima in scadenza il 18 aprile prossimo.

Finora non è ancora giunta una risposta da parte delle banche, complice anche la lunga pausa natalizia anche se ormai è già trascorso un mese dalla scadenza. Ma la fonte tiene a sottolineare che la proroga non è in discussione e che le parti coinvolte, istituti e società, stanno discutendo di alcuni aspetti legati alla situazione industriale e finanziaria di It Holding.

Nessun commento da parte dei diretti interessati.

Intanto si avvicina un'altra scadenza debitoria, questa volta facente capo alla controllante PA Investments. Si tratta di un finanziamento di 136,5 milioni di euro erogato da Efibanca (Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione)), con scadenza 2012, di cui una prossima rata da 20 milioni è da pagare a febbraio.

Poi ci sono le cedole semestrali, che cadono a marzo e a settembre, del bond da 185 milioni scadenza 2012 emesso da It Holding.

Non giungono invece novità dall'altro fronte sui cui è impegnato It Holding: le trattative, ora non più esclusive, in corso con Mensun, società rappresentata dall'uomo d'affari di Hong Kong Billy Ngok.

A dicembre è stato firmato con Mensun un accordo non vincolante che potrebbe comportare, secondo indiscrezioni mai confermate, la cessione di Ittierre, controllata che produce e distribuisce le linee in licenza.

I colloqui erano partiti con Tonino Perna, fondatore e azionista di maggioranza di It Holding e fino a dicembre anche presidente e AD. Ma a dicembre è stato deciso un riassetto dei vertici con la nomina ad amministratore delegato di Pierantonio Nebuloni. Al nuovo AD sono passate le deleghe e dei poteri fino a quel momento detenuti da Perna, tra cui la responsabilità delle trattative con Mensun e con le banche.