Cdp, Fondazioni pronte a procedere a conversione azioni-Guzzetti

giovedì 19 febbraio 2009 13:17
 

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Il processo di conversione delle azioni privilegiate delle Fondazioni bancarie nella Cassa depositi e prestiti è in corso e le istituzioni bancarie sono pronte a procedere, quando il lavoro degli advisor sarà terminato.

Lo ha detto Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri e della Fondazione Cariplo, parlando a margine della presentazione del primo anno di attività del fondo TT Venture sponsorizzato dalle Fondazioni.

"I tempi sono quelli degli advisor... noi [come Fondazioni] stiamo partecipando a questo processo, quando saranno pronti procederemo" ha detto Guzzetti parlando con i giornalisti.

Le Fondazioni hanno una partecipazione del 30% nel capitale della Cdp, mentre il Tesoro detiene il restante 70%. Nel processo di conversione delle azioni, ripartito qualche mese fa, la Cdp è affiancata dai consulenti di Rotschild, mentre Lazard è advisor del ministero.

In merito alla riforma della Cdp lanciata dal ministro dell'Economia che darà alla Cassa la possibilità di investire i fondi della raccolta postale direttamente in infrastrutture a interesse pubblico, il presidente della Fondazione Cariplo ha aggiunto che si sta attendendo la norma applicativa. "Stanno predisponendo il regolamento, se non l'hanno già fatto - perchè questo è un ministro rapido - serve un regolamento per dare attuazione al decreto 185", ha detto Guzzetti.