Swiss Re, 2008 in rosso, downgrade S&P costerà 1,5 miliardi dlr

giovedì 19 febbraio 2009 09:27
 

ZURIGO, 19 febbraio (Reuters) - Swiss Re RUKN.VX ha annunciato per il 2008 una perdita più contenuta del previsto, ma ha detto che per riottenere il giudizio AA sul debito a lungo termine, dopo il downgrade di ieri di S&P, dovrà trovare nuovo capitale per circa 1,5 miliardi di dollari.

Il maggiore riassicuratore al mondo ha registrato nel 2008 una perdita netta di 864 milioni di franchi svizzeri e 5,9 miliardi di svalutazioni e ha preannunciato un aggiornamento strategico nel primo trimestre. Gli analisti interpellati da Reuters si aspettavano in media una perdita di 1,02 miliardi.

Swiss Re ha sostituito la scorsa settimana l'AD Jacques Aigrain con uno storico manager del settore, Stefan Lippe, dopo aver preannunciato a sorpresa una ingente perdita annuale e forti svalutazioni.

La compagnia punta a un combined ratio del 95% nel 2009 e a un risparmio di costi per 200 milioni di franchi, che dovrebbero salire a 400 milioni entro la fine del 2010.

Il titolo, che ha perso il 66% da inizio anno, sale in avvio del 2,4%.

Per far fronte alle svalutazioni, Swiss Re ha dovuto accettare un investimento da 3 miliardi di franchi da Warren Buffett a condizioni poco favorevoli e ha proposto un aumento di capitale da altri 2 miliardi di franchi.

L'iniezione aggiuntiva di capitale non è stata però sufficiente per conservare il rating AA, giudicato una condizione chiave per ottenere nuovi contratti di riassicurazione. L'agenzia S&P ha infatti tagliato ieri il giudizio a A+.