18 giugno 2009 / 09:54 / tra 8 anni

Banca di Svizzera conferma tassi,interventi contro salita franco

BERNA, 18 giugno (Reuters) - La banca centrale svizzera ha confermato oggi le drastiche misure adottate per combattere la recessione e allontanare il rischio deflazione, chiedendo regole per la separazione di parti delle banche principali o per limitarne la taglia se necessario a proteggere l‘economia. La Banca nazionale svizzera ha rinnovato la politica di tassi d‘interesse prossimi allo zero, i riacquisti di bond e gli interventi per impedire al franco svizzero di apprezzarsi. L‘intervallo obiettivo per il tasso Libor in franchi svizzeri a tre mesi resta tra zero e 0,75%. La banca centrale continuerà a cercare di spingere il Libor verso lo 0,25%. “In Svizzera la situazione economica è difficile: il rischio di deflazione è calato ma resta sempre una fonte di preoccupazione,” ha detto la banca.

Le ultime stime dell‘istituto centrale indicano una contrazione dell‘economia elvetica compresa tra il 2,5 e il 3% quest‘anno, in linea alle attese diffuse in marzo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below