Usa, audaci azioni Fed rilanceranno crescita - Pianalto

mercoledì 18 febbraio 2009 16:05
 

COLUMBUS, Ohio, 18 febbraio (Reuters) - L'economia Usa si trova ad affrontare una fase non gradita di disinflazione, ma azioni audaci potranno ripristinare la crescita nella seconda metà di quest'anno.

Lo dice il presidente della Federal Reserve di Cleveland Sandra Pianalto.

"Affrontiamo problemi grandi e complessi e stiamo estendendo ed espandendo i nostri programmi come necessario. Sono convinta che ulteriori progressi debbano essere fatti e saranno fatti", dice Pianalto - che quest'anno non è un membro votante del Fomc - in un discorso preparato per un intervento per una platea d'affari.

Gli Stati Uniti sono entrati in recessione alla fine del 2007 e la Fed ha già abbassato i tassi di interesse virtualmente a zero e ha iniettato centinaia di miliardi di dollari nei mercati finanziari per evitare che prenda piede una deflazine diffusa sul modello giapponese.

"La mia previsione è che il Pil reale scenda bruscamente nella prima metà del 2009, seguito da una modesta ripresa nella seconda parte dell'anno. In questo scenario, i tassi di disoccupazione probabilmente continueranno a salire fino alla fine dell'anno", dice.

Tuttavia Pianalto ribadisce che le azioni della banca centrale stanno avendo seguito e sottolinea come abbiano già contribuito ad abbassare i costi dei prestiti ipotecari e aiutare così il mercato immobiliare, condizione essenziale per porre fine alla recessione.

"Le nostre azioni sono una parte vitale del programma di rirpesa economica nazionale. Stiamo intraprendendo iniziative audaci per rimettere in funzionamento i mercati del credito e sostenere la crescita dei prestiti bancari", aggiunge.