Statali, Cgil: da norma antiprecari a rischio 120 mila posti

giovedì 18 settembre 2008 15:16
 

ROMA (Reuters) - Il governo ha presentato un emendamento al ddl Lavoro per impedirebbe la stabilizzazione dei precari nella pubblica amministrazione, come stabilito dalle passate leggi Finanziarie.

Lo dice la Cgil per la quale la misura "comporterebbe la perdita del posto di lavoro per non meno di 120 mila persone".

"Si parla di un emendamento al ddl 1441 quater in discussione alla Camera, a firma del ministro stesso, tale da abrogare quelle misure previste dalle due leggi Finanziarie precedenti che stabilivano un processo di parziale stabilizzazione dei lavoratori precari con almeno 3 anni di lavoro a tempo determinato alle spalle e con il superamento di una prova selettiva", dice il coordinatore del dipartimento Settori pubblici della Cgil Nazionale, Michele Gentile.

Il ddl Lavoro è uno tre provvedimenti nati dallo spacchettamento del ddl collegato al decreto sulla manovra economica.