PUNTO 4 - Eni prezza bond 5 anni da 1,25 mld euro, spread +220

martedì 18 novembre 2008 19:06
 

(Aggiunge commento da nota Eni al 7° paragrafo)

MILANO/LONDRA, 18 novembre (Reuters) - Il gruppo Eni (ENI.MI: Quotazione), con un'azione a sorpresa, ha collocato oggi un bond a cinque anni dell'ammontare di 1,25 miliardi, su un libro ordini che ha ampiamente superato i 2 miliardi di euro.

Si tratta della prima emissione corporate di una società italiana a uscire sul mercato dei capitali dall'inizio della crisi.

L'operazione è stata prezzata a 99,71 al reoffer con una cedola del 5,875% e offre un rendimento pari a 220 punti base sopra il tasso del midswap. L'ipotesi iniziale era di 'attorno' a 220 pb, più del doppio rispetto ai momenti più brillanti del mercato. Ma la domanda è stata ugualmente molto forte.

"Il book ci è esploso in mano, siamo andati ben oltre i 2 miliardi in un paio d'ore", ha detto una delle banche a guida dell'operazione.

Bnp Paribas, Deutsche Bank, Banca Imi e Jp Morgan sono i lead manager dell'operazione.

"E' l'emittente più pregiata in Italia e forse solo lei si poteva permettere un'emissione in questo periodo", dice una banca al di fuori del sindacato. "Paradossalmente chi può accedere al mercato è chi ne ha meno bisogno".

Il colosso dell'energia ha sottolineato in una nota che "l'interesse da parte di un numero significativo di investitori istituzionali, in particolare Fund Managers e assicurazioni, è stato determinato dal merito di credito della società e dall'eccellente reputazione di Eni".   Continua...