Monetario, iniezione Bce efficace, overnight scivola verso 4%

giovedì 18 settembre 2008 13:12
 

MILANO, 18 settembre (Reuters) - Mattinata convulsa sul mercato interbancario che a metà seduta vede il tasso overnight scivolare sotto il riferimento Bce dopo l'intervento della banca centrale che ha iniettato fondi a un giorno per 25 miliardi.

Quasi doppie le richieste giunte dai 43 istituti che hanno partecipato all'asta veloce destinata a fornire liquidità a un mercato ancora una volta vittima del panico per il timore che la crisi finanziaria mieta presto nuove vittime.

"La tensione di questa mattina era di natura 'psicologica', liquidità ce n'è, e tantissima anche sul mercato in euro a breve termine", commenta un tesoriere. "Ora la Bce dovrà drenare e non potrà aspettare la fine del periodo di riserva per farlo".

A 226,95 miliardi ieri, il saldo è visto salire oggi a 252 miliardi con i numeri neri per ben 300 miliardi. Domani saldo e numeri scendono rispettivamente a 217 e 303 miliardi, nelle stime di una tesoreria.

Da massimi giornalieri in area 4,50% l'overnight ha ripegato a fine mattinata fino a 4,10% in scia all'iniezione della Bce.

"Credo che a pomeriggio scenderà ulteriormente andando sotto il 4%", aggiunge l'operatore.

Ieri l'Eonia EONIA si era attestato al 4,421% ma nella notte le borse hanno ceduto ai timori causati dalla crisi finanziaria facendo affondare gli indici sia in America che in Europa.

Pieno successo anche per la prima asta Bce in dollari, che ha visto il collocamento di fondi a un giorno per 40 miliardi in uno sforzo concertato con le principali banche centrali per alleviare le tensioni dell'interbancario in dollari.

Fissato al 4,527% questa mattina, il tasso Euribor a una settimana EURIBOR= si è sostanzialmente allineato al 4,53% del tasso marginale registrato all'ultimo pronti-contro-termine. Si è avvicinato alla soglia psicologica del 5% il tasso Euribor a tre mesi, fissato al 4,991%.   Continua...