Monetario, prosegue cauta risalita tassi con volumi in aumento

mercoledì 18 febbraio 2009 12:16
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Prosegue sull'interbancario la lenta risalita dei tassi che accompagna un cauto incremento dell'attività, dopo mesi in cui l'estrema riluttanza degli istituti a prestare fondi rendeva le aste della Banca centrale europea l'unico canale di approvvigionamento della liquidità.

In tarda mattinata il tasso a un giorno scambia attorno a 1,30%, con volumi concentrati soprattutto sul mercato dei pronti contro termine. Livelli analoghi, ma volumi decisamente inferiori, sul mercato contante.

Il fixing Eonia ieri è avvenuto a 1,281% da 1,243% del giorno precedente. Volumi pari a 53,453 miliardi di euro.

"Il mercato lavora leggermente più alto ma questo va visto in chiave positiva: deriva dal fatto che non c'è più quell'eccesso di liquidità cui ci eravamo abituati. Il fatto che salgano l'Eonia e i volumi lavorati sono segnali incoraggianti" commenta un tesoriere.

E' proseguita intanto al fixing londinese, la discesa dell'Euribor a tre mesi EURIBOR3MD=, arretrato al nuovo minimo record di 1,900% da 1,912% ieri.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine ECB40 e BITS.

Lieve correzione della strip dell'Euribor nonostante il segno rosso degli indici di borsa. Reduce da un rally sostenuto, il mercato obbligazionario europeo difende le posizioni senza trovare ulteiori spunti di salita.

Il tasso Eonia swap, specchio delle aspettative del mercato sulle future mosse della banca centrale, quota la scadenza a tre mesi a 0,979% da 0,971% ieri.

Il contratto a marzo sul tasso Euribor FEIH9 cede 0,015 a 98,29, giugno FEIM9 è a 98,415 (-0,2) e settembre FEIU9 a 98,400 (-0,02).