Tasso interbancario overnight dollari a 2,0% dopo interventi

giovedì 18 settembre 2008 09:59
 

LONDRA, 18 settembre (Reuters) - L'azione coordinata delle sei maggiori banche centrali stamane con l'iniezione di fondi overnight in dollari ha sortito l'effetto sperato di riportare il tasso dei depositi overnight al livello del target della Fed del 2%, dopo picchi che nei giorni scorso avevano sfiorato anche il 10%.

La Banca centrale europea, in un'azione coordinata con le altre maggiori banche centrali internazionali, ha annunciato per stamane un'operazione di iniezione di fondi overnight in dollari per l'ammontare di 40 miliardi.

Il tasso overnight in dollari USDOND= è sceso fino al 2% dal 5,03125% del fix Libor ieri, dopo l'annuncio delle nuove operazione di iniezioni di fondi, da circa il 4,5% di poco prima.

La Fed, all'acuirsi delle tensioni sui depositi in dollari, aveva già fornito al sistema nei giorni scorsi oltre 70 miliardi di dollari.

Tuttavia Il tasso del deposito a tre mesi in dollari è stato indicato fino al 4,59% USD3MD= oggi, ancora in rialzo dal 3,06250 del fix Libor fix di ieri.