Pininfarina, ok banche a riscadenzamento debito, dice fonte

mercoledì 17 settembre 2008 20:17
 

MILANO (Reuters) - Pininfarina ha raggiunto un accordo di massima con le banche creditrici sul riscadenzamento del debito.

E' quanto dice una fonte vicina alla vicenda, aggiungendo che la sigla definitiva dell'intesa avverrà entro il 30 settembre.

"Le banche sono d'accordo in linea di massima", argomenta la fonte. "Manca soltanto la firma".

La fonte, inoltre, spiega che l'aumento di capitale da 100 milioni di euro verrà varato nella seconda metà di novembre.

Tra i creditori di Pininfarina ci sono anche Intesa Sanpaolo e UniCredit.

La società, nota per il design delle auto di lusso con marchio Ferrari, ha bisogno di riscadenzare il debito prima di fare un aumento di capitale nell'ambito di un programma di ristrutturazione ampio finalizzato a dare slancio al business.

La ricapitalizzazione vedrà la famiglia azionista ridurre la propria quota al 30% circa dall'attuale 55% e consentirà l'ingresso di un selezionato gruppo di investitori tra cui il finanziere francese Vincent Bolloré.

Gli introiti dell'operazione verranno utilizzati per finanziare una joint-venture con Bolloré per lo sviluppo dell'auto elettrica, che farà da traino al rilancio di Pininfarina.

Secondo la fonte Bolloré e tutti gli altri investitori sono pronti a prendere parte all'aumento di capitale nonostante le difficili condizioni di mercato.