Italia, Ocse critica aiuti a settore auto

mercoledì 17 giugno 2009 11:17
 

MILANO, 17 giugno (Reuters) - Il settore auto non è di importanza sistemica ed è "improbabile che l'utilizzo di denaro pubblico per sostenerlo sia il modo migliore di impiegare le risorse".

La tirata d'orecchie per il governo arriva dall'Ocse che, in uno studio pubblicato oggi sull'Italia, critica gli autoincentivi varati a inizio 2009.

"Il sostegno al settore auto rischia una cattiva allocazione [dei fondi]" si legge nel report che ricorda come l'esecutivo si sia mosso a favore dell'auto preoccupato che gli aiuti decisi da altri paesi potessero penalizzare i produttori nazionali.

"Misure che spostano in modo significativo la spesa da una categoria all'altra dovrebbero essere limitate a quelle che producono miglioramenti nella protezione per segmenti vulnerabili della società o soddisfano un chiaro bisogno per riforme strutturali; ancora meglio se queste corrispondono a spese con un elevato moltiplicatore fiscale" sostiene l'organizzazione parigina. Il report è disponibile all'indirizzo internet www.oecd.org/eco/surveys/Italy