Cds, spread in lieve restringimento dopo intervento Fed su Aig

mercoledì 17 settembre 2008 17:18
 

MILANO, 17 settembre (Reuters) - L'intervento della Fed di stanotte a sostegno American International Group (AIG.N: Quotazione) ha arginato le preoccupazioni dei mercati del credito, compreso quello dei Cds che prezza l'assicurazione degli investitori contro il defaulf di un'emittente.

I dealer dicono che "molte istituzioni finanziarie sul mercato dei Cds si erano rivolte ad Aig per acquistare protezione e se la società fosse fallita ci sarebbero state grosse conseguenze sul mercato dei credit defaul swap" dice un dealer.

La Federal Reserve ha annunciato di aver autorizzato la Fed di New York di concedere ad Aig prestiti garantiti per un ammontare massimo di 85 miliardi di dollari.

"L'intervento su Aig ha prodotto un sospiro di sollievo per il peggio che si intravvedeva, ma ancora ovviamente il mercato è molto fragile e preoccupato" dice un altro.

Stamane hanno innescato nuova volatilità le voci sulle difficoltà della banca britannica Hbos HBOS.L, che poi ha confermato le indiscrezioni di un'apertura di trattative M&A con Lloyds TSB (LLOY.L: Quotazione).

Il bilancio della seduta di oggi è comunque un po' migliore rispetto a ieri, con un contenuto restringimento generalizzato degli spread.

L'indice Markit iTraxx Crossover ITEXO5Y=GF, che raccoglie i Cds delle emittenti con rating junk si è ritretto stasera a 622 pb, oltre 6 pb meno della chiusura di ieri sera.

Altrettanto l'indice Markit iTraxx Europe ITEEU5Y=GF che raccoglie Cds di emittenti con rating 'investment grade' si è stretto di quasi 8 pb a 140 pb rispetto alla chiusura di ieri, secondo schermi Reuters.

Anche i singoli nomi italiani hanno visto un miglioramento.   Continua...