Fisco, acconto Irpef fine novembre ridotto di 20 punti - Entrate

martedì 17 novembre 2009 19:30
 

ROMA, 17 novembre (Reuters) - L'acconto Irpef dovuto entro lunedì 30 novembre ammonterà al 79% anziché al 99% e la differenza dovrà essere versata a giugno del 2010.

Lo conferma in una nota l'Agenzia delle entrate parlando del decreto legge approvato dal Governo giovedì scorso e che deve ancora essere pubblicato in Gazzetta ufficiale.

Il beneficio vale per tutti i contribuenti che versano l'acconto: lavoratori dipendenti e pensionati in possesso di ulteriori redditi (ad esempio, redditi fondiari o compensi per prestazioni occasionali), imprenditori, soci di società di persone e professionisti e non incide sulle buste paga di dicembre, come scritto erroneamente da alcuni quotidiani.

"Ai contribuenti che hanno già effettuato il pagamento dell'acconto nella misura del 99% spetta un credito d'imposta pari alla differenza pagata in eccesso, da utilizzare in compensazione con il modello F24", ricorda l'Agenzia delle entrate.

"Per coloro che si sono avvalsi dell'assistenza fiscale, i sostituti d'imposta tratterranno l'acconto applicando la nuova percentuale del 79%. Qualora sia stato già effettuato il pagamento dello stipendio o della pensione senza considerare tale riduzione, i sostituti provvederanno a restituire nella retribuzione di dicembre le maggiori somme trattenute", conclude la nota.

Il taglio Irpef è finanziato con il gettito di 4 miliardi che il Tesoro si aspetta dallo scudo fiscale.