Italia, pressione su cartolarizzazioni mutui in trim3 - Moody's

mercoledì 17 dicembre 2008 13:02
 

BANGALORE, 17 dicembre (Reuters) - Nel trimestre al 30 settembre scorso sono state perfezionate sul mercato italiano tre cartolarizzazioni garantite da mutui residenziali per un importo complessivo di 9,4 miliardi di euro.

Lo dice Moody's Investors Service nel più recente rapporto dedicato agli indici del settore 'rmbs' (residential mortgage-backed securities).

Con le transazioni del terzo trimestre il totale delle obbligazioni con una valutazione Moody's passa così a 76, per un valore di portafoglio pari a 57,7 miliardi.

"Gli indicatori sulle morosità superiori a 60 e 90 giorni mostrano come le annate precedenti, in particolare il 2002 e il 2004, abbiano livelli superiori di quelle più recenti due anni dopo la chiusura dell'operazione" osserva il coautore del rapporto Daron Kularatnam, Senior Associate dell'agenzia di rating.

"Nel corso degli ultimi quattro trimestri i ritardi nei pagamenti superiori a 60 giorni hanno mostrato una tendenza al rialzo e risultano al momento pari a 1,91%. Rispetto al terzo trimestre 2007, il tasso di morosità superiore a 90 giorni è salito da 0,95% a 1,41%."

Su base cumulativa è aumentata nei tre mesi in osservazione anche la percentuale delle insolvenze lorde, passate a 1,02% da 0,64% del terzo trimestre dell'anno scorso, mentre le insolvenze nette hanno seguito a crescere fino a 0,70%.

"Tassi di interesse più elevati e la prospettiva di recessione fanno pressione sulla performance dei titoli 'rmbs' italiani" scrive l'economista Moody's Nitesh, Shah, secondo curatore del rapporto.

"Questo è riflesso nell'attuale outlook 'stabile/negativo' che Moody's ha per il settore" conclude.