Btp poco variati,trend al rialzo su timori perdurare recessione

lunedì 17 novembre 2008 12:50
 

 MILANO, 17 novembre (Reuters) - I Btp sono poco variati oggi
e si muovono in un range limitato leggermente positivo, vista
anche la carenza di spunti. I dealer dicono di guardare
essenzialmente le borse, in calo moderato.
 "Mercato tranquillo stamane, senza gli eccessi a cui eravamo
abituati" dice un dealer. "Finora nessuno spunto se non le
borse, vediamo se con gli Usa aperti ci sarà un driver da
cogliere"
 In generale il mercato continuerà ad essere impostato
positivamente per un po' "poichè permangono i timori per il
protarsi dellla recessione già conclamata" dice uno di loro. "La
gente ora si domanda quanto grave sarà e quanto a lungo durerà".
 Alla base di ciò ci sono le attese per le prossime mosse
monetarie. "Il mercato sta scontando un nuovo taglio del tasso
di riferimento per la zona euro di altri 50 punti base entro
l'anno, e anche un po' di più" dice un altro dealer. Il tasso di
riferimento della Bce ora è al 3,25%. Il titolo a due anni
tedesco ha un rendimento del 2,20%.
 Sullo sfondo resta l'attesa per le decisioni dei governi
circa i provvedimenti da prendere a sostegno del mondo
creditizio e delle imprese. "Ma per ora non si vede nulla, anche
il G20 è stato deludente in questo senso: intenzioni, non
decisioni" dice un analista. 
 I leader del G20 hanno trovato un accordo per prendere
decisioni che includono eventuali misure di stimolo fiscale, per
stabilizzare i mercati finanziari e ripristinare la crescita
nell'economia mondiale in crisi. 
 I ministri delle finanze del G20 lavoreranno su questi temi
entro la fine di marzo 2009, prima del nuovo summit. 
 In questa sistuazione resta poco variato anche il rapporto
tra i rendimento dei titoli periferici e quello del bund,
considerato di riferimento poichè il più sicuro in tempi di
incertezze. Dopo i picchi della fine di ottobre, lo spread già
la scorsa settimana è leggermente rientrato. 
 "Se è vero che il trend sarà ancora al rialzo per
l'obbligazionario, e se il clima dovesse migliorare, saranno i
periferici a ricevere i maggiori acquisti in futuro" dice uno
specialist.
 Per quanto riguarda l'Italia, in mattinata la forbice di
tasso tra il Bund gennaio 2019 e il Btp agosto 2018 si è mosso
in mattinata tra 95 e 98 pb da 96 pb della chiusra di venerdì,
dopo che aveva toccato un minimo giornaliero di 92 punti base. 
 Dal lato dell'offerta, questa settimana verranno comunicate
le tipologia di titoli a medio-lungo in asta la prossima
settimana. L'attenzione va al mercato dei repo, dove il tratto
della curva 2013-2014 "risulta un po' caro". 
 Recetemente il Tesoro italiano ha riaperto, in occasione
delle sedute d'asta, vecchi titoli che al mercato dei repo
risultavano cari, denunciando che per essi c'era una forte
richiesta per esigenze di consegna titoli. 
 
====================== QUOTAZIONI 12,20 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    118,63   (-0,12) 
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT  *102,29   (+0,04)     3,123%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    99,24   (+0,12)     4,650%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    83,00   (+0,45)     5,215%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      0                 -7
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     94                 91
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     98                 96
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     92                 92
BTP 2/10 ANNI                      152,7 *            155,4 
BTP 10/30 ANNI                      56,5               58,9
=================================================================     ((Redazione a Milano, Reuters messaging:
gabriella.bruschi.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129504,
milan.newsroom@news.thomsonreuters.com))