FACTBOX - Crisi, il piano da 80 miliardi per l'Italia

lunedì 17 novembre 2008 16:35
 

17 novembre (Reuters) - Il governo ha reso noto che nei prossimi giorni metterà a punto, utilizzando anche lo strumento del decreto legge, un piano per lo sviluppo da 80 miliardi di euro, in gran parte già iscritti a bilancio.

Il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, ha detto che "si tratta di pochissimo e del tutto insufficiente".

Ecco le principali linee di intervento e i possibili oneri per la finanza pubblica:

16 MILIARDI ALLE INFRASTRUTTURE DAL CIPE

Il Cipe mobiliterà il 21 novembre oltre 16 miliardi (12 per infrastrutture e 4 per project financing), ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

40 MLD FONDI EUROPEI PER AMBIENTE E R&S

Il ministro ha aggiunto che subito dopo il Cipe pianificherà l'utilizzo di fondi europei nell'arco di tre anni pari a 40 miliardi per ambiente, ricerca e sviluppo. Come i 16 miliardi per le infrastrutture, non dovrebbero avere forte impatto sui conti pubblici perché si tratta di cofinanziamenti Ue che non hanno impatto sui saldi di finanza pubblica.

10 MILIARDI DA ACCORDO CON COMPAGNIE AUTOSTRADALI   Continua...