17 agosto 2009 / 10:21 / 8 anni fa

Monetario, liquidità alta, attese richieste 60-70 mld p/t 7 gg

MILANO, 17 agosto (Reuters) - A pochi giorni da Ferragosto, la situazione sul mercato interbancario resta sostanzialmente stabile all'insegna di una liquidità abbondante.

"Molti operatori sono in ferie, il clima è tranquillo, non si registrano le anomalie delle ultime due estati", commenta un tesoriere.

"In generale la situazione è quella di una liquidità ancora consistente, che non crea tensioni o ansie particolari".

Nel pomeriggio l'annuncio dell'ormai abituale pronti contro termine a 7 giorni dovrebbe indicare, scommette una tesoreria, un ammontare benchmark positivo sui 25-30 miliardi.

"Questo benchmark non fermerà le banche dall'avanzare richieste di fondi. Ci aspettiamo che vengano collocati tra i 60 e i 70 miliardi di euro", precisa subito la tesoreria.

A ieri sera i numeri neri erano in rialzo, a quota 233 miliardi, con depositi ancora alti, ma in calo rispetto alla seduta precedente.

Alla vigilia di Ferragosto gli istituti della zona euro hanno lasciato in custodia a Francoforte 110,812 miliardi dai 118,913 miliardi di giovedì sera, mentre hanno richiesto prestiti per 207 milioni dai precedenti 78 milioni ECB40.

Nel frattempo l'ammontare per le operazioni aperte resta degno di nota, a 722,193 miliardi, vicino alla media (escluso l'ultimo giorno) di 770 miliardi delle 'operazioni outstanding' del precedente periodo.

In un'intervista al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, il governatore della Bundesbank e membro Bce Axel Weber ha sottolineato come non ci sia nessuna stretta del credito nella zona euro. Sono fuori posto le preoccupazioni sulla mancata disponibilità di credito al settore privato, ha affermato Weber, aggiungendo di essere fiducioso sulla risposta delle banche commerciali alla richiesta Bce di continuare attivamente a prestare fondi.

Sul fronte dei tassi, il trend predominante resta al ribasso con l'Euribor a 3 mesi EURIBOR3MD= fissato ancora una volta al nuovo minimo storico a 0,861% da 0,869 di venerdì sera e l'Euribor a una settimana EURIBORSWD= a 0,347%, ormai a poca distanza dal tasso overnight a 0,35%.

Il differenziale tra il tasso dei prestiti interbancari e l'analoga scadenza sull'Eonia swap (oggi a 0,409) - visto come un indicatore del grado di fiducia delle banche rispetto alle loro controparti - è sceso a 45,2 da 45,7, mantenendosi in un'area non lontana dal minimo da marzo 2008 a 42 punti toccato a maggio.

Poco prima delle 12,10 sulla strip dei derivati sull'Euribor la scadenza a settembre FEIU9 è poco mossa a 99,18 (+0,005), mentre quella a dicembre FEIZ9 cede lo 0,01 a 99,07 e quella a marzo 2010 FEIH0 è piatta a 98,86.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below