PUNTO 1 -Monetario,Euribor scende ancora,timidi scambi sul breve

venerdì 17 ottobre 2008 12:29
 

(riscrive con fixing Euribor, derivati su tassi in coda)

MILANO, 17 ottobre (Reuters) - Si torna timidamente a lavorare sulle scadenze brevi anche oggi sull'interbancario, anche se la circolazione di denaro resta complessivamente scarsa: le banche del sistema Uem continuano infatti a preferire i ritorni più bassi, ma sicuri, delle standing facility presso la Banca Centrale Europea.

"La situazione è leggermente migliorata, l'Euribor è sceso ancora oggi, qualche cosa gira ma le banche si scambiano ancora poco", commenta un tesoriere ricordando che i depositi remunerati al marginale del 3,25%, pur in ridimensionamento rispetto al record di ieri, restano sopra i 200 miliardi.

"Oggi è stato fatto qualche cosa anche sull'anno, si tratta principalmente di scambi fra banche italiane, quelli con l'estero sono una percentuale bassa", aggiunge.

La scadenza a tre mesi dell'Euribor, che copre lo scavalco d'anno tradizionalmente più esposto a tensioni, è stata fissata oggi al 5,045%, un calo dello 0,348% dal record di fine 1994 di settimana scorsa. Il tasso a cui sono ancorati i mutui ha smesso di aggiornare i massimi pluriennali dopo una manovra accomodante concertata fra le maggiori banche centrali che ha abbattuto il costo del denaro di mezzo punto percentuale.

Grazie ai continui interventi della Bce a sostegno della liquidità, l'overnight viaggia sotto il riferimento anche oggi (3,65%/3,50% sul Mid) e, a ieri, il sistema aveva accumulato numeri neri per ben 766,7 miliardi.

"Il brevissimo è abbastanza tranquillo, l'overnight ha aperto più in basso di ieri e la liquidità è abbondantissima", sottolinea un altro tesoriere.

I volumi ieri, sulla scadenza overnight, si sono mantenuti in linea con i giorni scorsi risalendo a 48,624 miliardi rispetto ai 47,059 miliardi del giorno precedente. Martedì gli scambi si erano attestati a 49,662 miliardi.   Continua...