Fisco, per transfrontalieri depositi in dichiarazione - Entrate

martedì 17 novembre 2009 12:07
 

ROMA, 17 novembre (Reuters) - I lavoratori dipendenti transfrontalieri e i dipendenti di imprese multinazionali che lavorano all'estero sono tenuti agli obblighi di monitoraggio fiscale relativamente ai depositi e ai conti correnti detenuti presso banche estere per l'accredito degli emolumenti.

Lo spiega l'Agenzia delle entrate in una nota dopo le polemiche dei giorni scorsi sulle possibili sanzioni nei confronti di chi lavora in territorio svizzero e non ha compilato correttamente la dichiarazione dei redditi.

"Tenuto conto che si tratta di disponibilità all'estero derivanti da redditi assoggettati a tassazione alla fonte e che, quindi, la mancata compilazione del modulo RW non intende ostacolare l'azione di controllo dell'Amministrazione finanziaria, questi soggetti possono regolarizzare la propria posizione fino al 2008 presentando una dichiarazione dei redditi integrativa completa del modulo RW pagando una sanzione minima pari a 26 euro", spiega l'Agenzia.

Quanto ai dipendenti di ruolo pubblici in servizio all'estero, l'Agenzia chiarisce che questi soggetti non sono tenuti all'osservanza dell'obbligo sul monitoraggio (compilazione del modulo RW)".