Derivati, Regione Marche valuta azioni legali contro Lehman

venerdì 17 ottobre 2008 11:01
 

ROMA, 17 ottobre (Reuters) - La Regione Marche sta valutando azioni legali per operazioni in derivati contro Lehman Brothers LEHMQ.PK, la banca d'investimento americana fallita il 15 settembre.

Lo si legge in una delibera della giunta che risale al 6 ottobre scorso.

La Regione, spiega il documento, ha sottoscritto derivati su tassi e per l'ammortamento di titoli obbligazionari bullet, titoli cioè che prevedono il rimborso di capitale e interessi alla scadenza. Il debito sottostante ai derivati (nozionale) ammonta a 200 milioni di euro.

"La Regione Marche ha concluso operazioni con strumenti finanziari derivati di ammortamento di titoli derivati bullet da essa emessi, nonché di tasso di interesse su di un nozionale di euro 200 milioni di euro con Lehman brothers special financing, garantita da Lehman brothers holding nonché mediante garanzia reale su denaro e/o titoli", si legge nella delibera.

"In considerazione delle vicende finanziarie occorse al gruppo in questione e alle notizie della domanda di ammissione a procedura concorsuale da parte di Lehman brothers holding, è necessario, per la regione, valutare le azioni legali, giudiziali e stragiudiziali, per la tutela della propria posizione contrattuale", continua la delibera.

L'ente locale ha affidato l'incarico allo studio legale Chiomenti, che ha già l'incarico di assistere la regione "nelle operazioni di rinegoziazione di derivati su titoli e mutui".

La Regione Marche ha poi incaricato un altro studio legale, il britannico Skadden, Arps, Slate Meagher e Flom.