Libor, overnight dollari storna da picchi ieri, 3 mesi in rialzo

mercoledì 17 settembre 2008 13:15
 

LONDRA, 17 settembre (Reuters) - Smussano i picchi di ieri i tassi a brevissimo sull'interbancario in dollari, in un clima che appare, seppur cautamente, più disteso dopo l'intervento della Fed su Aig. Restano al rialzo invece le sacdenza più lunghe.

Secondo i dati Bba il tasso Libor overnight è stato fissato a 5,03125% dal 6,43750% a cui era stato fissato ieri, quando aveva visto una risalita giornaliera molto più ampia dell'8 agosto 2007, data di consueto indicata come inizio della crisi finanziaria partita dai 'subprime' Usa.

Sulle scadenze più lunghe invece, il contratto a tre mesi in dollaro è stato fissato a 3,06250% da 2,87625%.

Il differenziale tra il tasso Libor e l'Ois (overnight index swap) della medesima durata si è quindi ulteriormente allargato a 119,75 pb da 115 centesimi ieri, livello anch'esso mai toccato dall'inizio della crisi.

Lo sperad Libor/Ois è normalmente utilizzato per misurare la propensione degli istituti di credito a concedersi vicendevolmente finanziamenti.