Cds, banche italiane stringono più di estere su garanzie

venerdì 17 ottobre 2008 17:16
 

MILANO, 17 ottobre (Reuters) - I Credit default swap degli emittenti bancari si sono ridotti ulteriormente nel corso di questa settimana, corroborati dai provvedimenti dei governi della zona euro che si sono detti pronti a far da garanti agli istituti di credito in difficoltà.

In particolare i Cds delle banche italiane sono calati più di quelli delle colleghe estere, grazie al fatto che su di esse regna una maggior fiducia, secondo i dealer.

"Nel corso di questa settimana abbiamo visto un deciso restringimento dei Cds 'financial' dai picchi visti prima dell'annuncio dei provvedimenti dei governi" dice un dealer del mercato secondario dei Cds. "Ma la parte del leone l'hanno fatta i nomi italiani".

CDS FINANCIAL MEGLIO DI CORPORATE GRAZIE A GARANZIE GOVERNI

A fronte del miglioramento registrato per il settore bancario, i dealer fanno notare che i Cds dei corporate soffrono ancora.

"L'annuncio dei provvedimenti dei governi, intenzionati a dare la loro garanzia agli istituti finanziari sta progressivamente riportando linfa al mercato del comparto 'financial', su cui si sta facendo largo una maggior fiducia" dice un dealer.

Ciò non sta succedendo ancora sul comparto dei corporate -- dicono i dealer -- "su cui invece incombe lo spettro della recessione e quindi il timore di un ulteriore assottigliamento dei bilanci".

"Ora che le istituzioni finanziarie godono di una maggiore fiducia da parte del mercato, grazie alle garanzie dei governi, sono le corporate che devono risollevarsi, ma al momento il panorama sembra molto grigio" dice un altro.   Continua...