Goldman, Moody's abbassa rating a 'A1', outlook negativo

martedì 16 dicembre 2008 15:34
 

(Aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 16 dicembre (Reuters) - Moody's Investors Service ha declassato il debito senior a lungo di Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) ad 'A1' da 'Aa3', con esclusione del debito garantito dalla Fdic.

Lo dice una nota dell'agenzia di rating, confermando l'outlook negativo, cioò che un altro taglio potrebbe arrivare nel giro di 12-18 mesi.

Oggi la banca Usa ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre con una perdita di 2,12 miliardi di dollari - la prima da quando nove anni fa è stata quotata in borsa - ma resta in utile per il 2008. Goldman aveva chiuso un trimestre in rosso nel quarto trimestre 1998, per colpa della mega crisi asiatica e del collasso del "fondo dei Nobel" LTCM.

Moody's conferma invece il rating 'Aa3' sui depositi per le controllate bancarie di Goldman e riafferma anche i rating di breve Prime-1.

Per spiegare il peggioramento di giudizio sul debito a lungo, la nota cita i fattori di vulnerabilità accresciuti cui la crisi globale ha esposto le banche in generale, la "subordinazione strutturale" dei creditori Goldman relativamente ai creditori a livello bancario e in generale lo sfondo di un "ambiente operativo" che persisterà difficile.

Quanto ai risultati di oggi, sono in linea con le attese di Moody's, dice la nota, ma sono stati un fattore nel cambiamento di rating odierno perchè riflettono i problemi del modello di business del gruppo.

Gli stress che da 18 mesi attraversano il mercato mostrano i rischi tipici delle banche nel segmento investment - opacità dell'esposizione, mancanze nel controllo dei rischi, elevato indebitamento e sensibilità ai problemi di fiducia.

"Questa crisi mostra che il modello di business delle banche di investimento wholesale non ha le capacità di resistenza che gli venivano attribuite" sintetizza Peter Nerby, Senior Vice-President di Moody's. Il profilo di liquidità Goldman "resta forte" dice però l'analista.

Moody's aveva modificato il rating Goldman Sachs lo scorso 9 ottobre, quando aveva portato l'outlook a negativo da stabile.