PUNTO 2 - Mariella Burani chiede nuove risorse per 83,5 mln

mercoledì 16 settembre 2009 18:18
 

(precisa meglio su aumento capitale)

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Il cda di Mariella Burani Fg MBFG.MI, riunitosi ieri, ha deciso di convocare nei prossimi giorni l'assemblea straordinaria per chiedere nuovi mezzi finanziari per 83,5 milioni, a ripianamento delle perdite, e la delega a ricapitalizzare entro cinque anni per massimi 100 milioni.

L'aumento di capitale da 83,5 milioni si inserisce nella delega per la ricapitalizzazione fino a massimi 100 milioni, che la famiglia si è già impegnata a sottoscrivere per la parte di sua competenza, superiore a 50 milioni di euro.

Il cda, inoltre, ha chiesto il passaggio dallo Star al segmento Standard del titolo, sospeso dalla Borsa a tempo indeterminato.

La società si impegna comunque e mantenere le procedure di corporate governance e le 'best practice' fino ad oggi adottate e si riserva la possibilità, "una volta conclusa la fase di riorganizzazione", di tornare allo Star.

Infine, il consiglio rende noto che prosegue la negoziazione con gli istituti finanziari creditori del gruppo di un accordo di moratoria e di un accordo di ristrutturazione.

In particolare, si punta a concludere un accordo di moratoria a breve termine relativo alle varie posizioni debitorie del gruppo, che preveda anche l'impegno delle banche a non esercitare i diritti e i rimedi di legge e contrattuali nei confronti del gruppo.

Inoltre, si lavora a un'intesa che preveda il riscadenziamento a medio-lungo termine delle esposizioni debitorie.

Il cda ha anche deliberato di procedere all'azzeramento del capitale, porponendo la modifica dell'articolo 5 dello statuto sociale, con l'eliminazione del riferimento al valore nominale espresso delle azioni ordinarie.

Nei primi sei mesi 2009 Mariella Burani Fg ha riportato una perdita netta di 142,1 milioni rispetto a un utile netto di 4 milioni di un anno prima. A fine giugno il debito ammonta a 478,4 milioni rispetto a 401,5 milioni di fine dicembre. L'Ebitda è negativo per 10,1 milioni rispetto ai 40,1 milioni positivi del primo semestre 2008.