Sisma, su tassa ricchi Berlusconi ribadisce nessuna decisione

giovedì 16 aprile 2009 14:38
 

L'AQUILA, 16 aprile (Reuters) - Il governo non ha ancora preso alcuna decisione sull'ipotesi di introdurre una tassa sui redditi più alti per finanziare la ricostruzione in Abruzzo.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in visita a Poggio Picenze, un comune nei pressi de L'Aquila, annunciando per domani pomeriggio una riunione di maggioranza per affrontare la discussione. Berlusconi ha anche "cassato" la proposta del ministro dell'Economia Giulio Tremonti di mettere la ricostruzione post terremoto fra le opzioni di destinazione del 5 per mille, opzione possibile al momento della dichiarazione Irpef.

"Questa tassa qualcuno l'ha evocata tra le ipotesi. Io ho assolutamente detto che non c'è stata nessuna decisione", ha risposto Berlusconi ai cronisti che gli chiedevano se il governo introdurrà l'una tantum sui redditi più alti.

Sull'eventuale estensione delle donazioni del 5 per mille ad un fondo per la ricostruzione delle aree terremotate Berlusconi ha detto che "il 5 per mille non deve togliere agli altri". Il premier ha poi detto che "le ipotesi sono 17: una la casso io adesso, quindi rimangono 16. Domani è il 17 e alle 17 ci sarà una riunione".

L'opzione di estendere il 5 per mille al terremoto è stata fortemente contestata dalle associazioni di volontariato ed è oggetto di una petizione di un loro settimanale, Vita.