Treasuries scivolano in Europa su recupero borse, attesa Fomc

lunedì 16 marzo 2009 11:57
 

LONDRA, 16 marzo (Reuters) - I prezzi dei Treasuries Usa retrocedono in Europa, colpiti sia dall'eccesso di emissioni della settimana scorsa sia dal recupero dell'azionario.

I commenti del governatore della Federal Reserve Ben Bernanke su una possibile fine della crisi a fine 2009 sono stati ignorati, così come poco influsso hanno avuto le conclusioni dei ministri delle finanze del G20, riuniti nel fine settimana per concordare una reazione comune alla crisi.

Occhi puntati sul vertice di politica monetaria della Fed, il Federal Open Market Committee, che si concluderà questo mercoledì. Se non sono attese decisioni sui tassi, ormai vicini allo zero, gli investitori si chiedono se la banca centrale seguirà le orme della Banca di Inghilterra e della banca nazionale svizzera, iniziando a comprare titoli di Stato a lunga scadenza.

"Probabilmente la banca centrale continuerà a focalizzarsi sull'espansione delle sue manovre a sostegno del mercato del credito", commentano in una nota gli strategist di Commerzbank e Dresdner Kleinwort.

"C'è il rischio che un possibile disappunto per il vertice Fomc porti a un calo dei prezzi dei Treasuries", aggiungono.

Intorno alle 11,50 il benchmark decennale US10YT=RR cede 13/32 a 98*11 con rendimento 2,945%, mentre il due anni US2YT=RR frena di 3/32 a 99*22 con rendimento 1,026%.

Il 30 anni US30YT=RR è in calo di quasi un punto pieno, perdendo 31/32 a 95*26 con rendimento 3,733%.

Sul secondario americano non si attenuano inoltre le inquietudini per i commenti del premier cinese Wen Jiabo che venerdì scorso ha evidenziato il rischio che le enormi riserve di titoli di Stato americani in mano ai cinesi perdano valore a causa della politica monetaria statunitense.