Ue, scudo non viola normativa antiriciclaggio-portavoce McCreevy

venerdì 16 ottobre 2009 17:33
 

BRUXELLES, 16 ottobre (Reuters) - Lo scudo fiscale italiano non viola la direttiva europea sull'antiriciclaggio. Lo ha detto a Reuters il portavoce del commissario al Mercato interno Charlie McCreevy, Oliver Drews.

"La Commissione europea ha avuto un altro meeting con le autorità italiane la settimana scorsa riguardo le questioni relative alla libera circolazione dei capitali e alle norme relative all'antiriciclaggio. Non ci sono elementi di conflitto tra il decreto italiano e le regole comunitarie", ha detto il portavoce.

La legge italiana prevede che alle operazioni di emersione fatte con lo scudo fiscale non si applichi l'obbligo di segnalazione delle operazioni sospette. Gli obblighi restano però intatti per tutti i reati non sanabili, come i reati di mafia e di finanziamento al terrosmo.